lirik.web.id
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

lirik lagu effe elle – ronin

Loading...

[intro: flebo]
fl, go hard vol. 1
maestro yoji, nuova scuola di hokuto
figli di puttana!

[strofa 1: flebo]
l’unico senza contratto che fa il culo a mezza scena
e l’altra mezza lo rispetterà appena lo sentirà
non nutro invidia, la gelosia è per le puttane
arriva quello che deve arrivare, io vado per la mia
sui quarti schiaffi come avessi quattro arti, goro
fl è con i teller, odia i ragazzi del coro
la street mentality mi preclude un lavoro
mi apre e chiude porte di ferro e cancelli d’oro
cancella i programmi quando arrivo
sconvolgo i sistemi, virus nel sistema operativo
penna vendicatrice, combatto quando scrivo
non per i soldi o essere felice, ho un altro obiettivo
hai i problemi di coppia, io un’altra doppia da chiudere
la testa che mi scoppia e il disco da concludere
ma non ti preoccupare, per me è easy
nato in mezzo ai trouble, abituato a essere busy, baby
vivo a tavoletta come un driver, sul pedale
lei da novanta a centottanta mi ricorda quando andare
a piotta, chico la mia fotta non la puoi fermare
overdose di flow tipo hai messo troppo sul pi-n-le
antieroe come deadpool, sorseggio syrup e red bull
lei dolce e velenosa, mia lady rododendro
autodidatta, fanculo non so il solfeggio, rappo
alla ribalta con il peggio di quello che ho dentro
il nome è flebo, flow tnt
lirica [?] shot di dmt
il mio rap [?] il tuo jmb
nuova scuola catchy, tu sei carino, sweet
lirical ronin, friki tiki flow kaboom
in testa mondi thriller, k!llo mostri come a doom
e non è che sei complicato e non capiamo
quello scrivi non ha senso e non è il codice seraphiniano

[interludio: flebo & yojimbo]
vai maestro yoji, mostra un po’ di tecnica a ‘sti froci
ah, flebinho, yojimbo!

[strofa 2: yojimbo]
i miei nemici addosso e venti lame e coltellate al dorso
i tagli sul costato all’osso, un chiodo conficcato al polso woh
la mia folle crociata, la mia ossessione
la mia guerra santa, io che non dormo
è l’inferno in terra ed una pioggia nera e gelida
e l’alba e ritorno a casa
e questa calma e mi rigiro nel letto la tempia calda
e sai che… oh, la gente si gira come a the voice
i miei amici sempre addosso due canne come blastoise
avventato, mi sollevo in aria
come le portiere di una aventador
io sto chiuso in studio
gente che sul tavolo più fumo che in un attentato
ognuno di ‘sti scarsi c’ha provato, vedi ha già tentato, oh
metto i miei nemici l’uno contro l’altro
flow non trovato, 404
con questi mc è come con batman, l’uomo ragno
cambiano gli attori e resta sempre uguale il personaggio
sai che è la mia scalata al trono, questa guerra fredda
che ho già perso più di quanto ognuno creda
stringo la penna con le dita tremanti in una soffitta
ogni alba e ogni pianto ed ogni sconfitta