lirik.web.id
a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 #

lirik lagu doxpara – post mortem

Loading...

[verse 1]

vivo nel regno dei morti
sono il re dei morti
lo shinigami degli stupidi e incolti
spero si ricordi del benhiama
lavoro tutto il giorno solo per un po di fama
se vi trovo v’ammazzo a colpi di famas
se muoio torno in vita da morto non sono il cristo risorto
i demoni comandano la mia testa, ho ryuk che mi blocca la festa
nel villaggio gerudo senza che ti travesta
ho stipulato un contratto tratto dalla mia inchiesta
non ho bisogno di andare in prigione per stare dentro una cella
hanno intestato l’eredità alla mia finta sorella
posseggo un gemello cattivo che siede alla mia destra
vedo il diavolo che diventa
super sayan come nella storia di dragonball z
ti sei fatto pestare da fabio zeta
buco nel cappello e ora vuoi che ti protegga
nessuno capisce ciò che c’è sotto la mia cresta
sento un soffio d’aria che mi trap-ssa la testa

lo dico di nuovo;

[verse 2]

nessuno capisce ciò che c’è sotto la mia cresta
sento un soffio d’aria che mi trap-ssa la testa
sono fuori da me stesso
ho scopato con il diavolo, ho eiaculato successo
non ho fatto in tempo a pestarla ma fa lo stesso
da morto sono meglio, ho più sentimento
molti si metteranno nei miei panni pure se sono stesi da anni
vorresti la mia storia, ri-ssunta in un’autobiografia
ma non faccio per i soldi, mica reverso
la mia vita sta mutando mi sono perso
sto cadendo con la faccia nel mio sentiero
non sono più un essere denso
sono trasparente
ho preso la mia testa e l’ho sbattuta tra due porte
senza sentire niente
ho idee per altre cento volte
distorto come mia figlia che non mi sente
sono il signore, il signore della morte
come un giullare diverto tutta la corte
un menage a trois con il diavolo e le sue puttane stronze

[outro]

bianca vergine pura
toglimi la paura
trasformami in un vincente
imboscati dalla pula
le strade sono piene della tua gloria, zio, prega
nel nome della riga, del cd e della scheda
amen